Blog: http://Repubblicani.ilcannocchiale.it

Rilancio della cultura democratica risorgimentale di area laica

Nuova fase per la rinascita di Carrara

Sulla base della posizione politica assunta a livello nazionale dal Partito Repubblicano Italiano che lascia agli organismi locali piena autonomia nelle scelte di politica amministrativa.

Sulla base del patto di consultazione siglato a livello regionale fra tutte le forze politiche repubblicane e socialiste, finalizzato ad un completo rilancio della cultura democratica risorgimentale di area laica.

Sulla base del deliberato della Direzione dell’Unione Comunale Carrarese del Partito Repubblicano Italiano che dava mandato alla Segreteria politica di vagliare le ipotesi di un accordo fra le componenti repubblicane e socialiste a livello locale, prima dell’elezione del candidato a Sindaco per il Comune di Carrara.


(Dr. Roberto Fantoni, Segretario dell'Unione Comunale)

La Direzione dell’Unione Comunale Carrarese del Partito Repubblicano Italiano, a seguito degli elementi raccolti, delibera in data odierna, nel pieno dei propri poteri istituzionali, la ricerca di un accordo politico fra le componenti repubblicane e socialiste carraresi.


(Almo Cacciatore, responsabile Prov.le di Massa Carrara)

Il PRI è stato l’unico Partito, oltre a quelli socialisti, ad appoggiare apertamente la candidatura a Sindaco del Segretario Provinciale dello SDI. Non è costume dei repubblicani, infatti, assumere posizioni ambigue prima di una competizione per accordarsi, successivamente, con il vincitore.


(Dott. Giorgio Lattanzi)

La posizione è stata presa nella piena coscienza che la vittoria di un laico avrebbe significato la sconfessione delle forze conservatrici della sinistra estrema e massimalista che hanno governato la Città per oltre cinquant’anni ed aperto una nuova fase politica promettente scenari di sviluppo sociale ed economico.


(Roberto Cattaneo)

La composizione di un raggruppamento laico che raccoglie tutti i soggetti legati a quest’area culturale, rappresenta una grande novità nel panorama politico nazionale e la conclusione di una prima fase di lavoro, iniziata nel 1994 da coloro i quali hanno compreso l’importanza di superare le differenze fra repubblicani, socialisti, liberali e radicali per dare vita ad un soggetto unico, forte ed indipendente dai raggruppamenti di centrosinistra e centrodestra, ma pronto a dialogare e collaborare con tutti e due sulla base delle scelte programmatiche.

Il Partito Repubblicano Italiano auspica che questa fondamentale scelta apra nella Città una nuova fase per il rilancio sociale, economico, culturale e politico di Carrara consapevole che nuovi errori porterebbero alla fine di ogni speranza di rinascita.

Carrara 13.02.07 - Il Direttivo P.R.I. dell'Unione Comunale Carrarese

Pubblicato il 13/2/2007 alle 18.33 nella rubrica Mozioni.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web