.
Annunci online

Repubblicani Il P.R.I. di Carrara (MS)
Sotto la Bandiera dell'Edera
post pubblicato in Comunicati, il 7 giugno 2011
Cari Cittadini, con gioia ed orgoglio Vi comunico che i Repubblicani di Carrara si sono nuovamente riuniti sotto le bandiere dell’Edera.

Prima di tutto colgo l’occasione di abbracciare fraternamente a nome di tutti il nostro Francesco Nucara per l’intervento subito e prego gli amici di Roma affinché portino al nostro Segretario i più affettuosi auguri di pronta guarigione.

Al fine di superare la prima fase “ricostituente” i carraresi hanno deciso di nominare un triumvirato che guiderà il Partito al tesseramento di dicembre ed al successivo Congresso Comunale la cui data verrà decisa al momento opportuno. Prego quindi Luca di prendere i nomi degli amici impegnati in questo difficile compito:

Maurizio Da Mommio, Uriano Fontana, Giuliano Fazzi
Consigliere Comunale Enrico Isoppi

Da oggi tutte le mie disponibilità di tempo saranno impegnate a ricostruire il Partito anche a Massa.

Buon lavoro a tutti noi ed un abbraccione fraterno. Viva il Partito Repubblicano

Carrara 07.06.2011  -  Roberto Fantoni - Segretario provinciale del P.R.I. di Massa e Carrara

(Lettera inviata ai Repubblicani di Carrara e p.c. al Segretario Nazionale Francesco Nucara e al Segretario Regionale Toscano Luca Santini)
Rilancio della cultura democratica risorgimentale di area laica
post pubblicato in Mozioni, il 13 febbraio 2007

Nuova fase per la rinascita di Carrara

Sulla base della posizione politica assunta a livello nazionale dal Partito Repubblicano Italiano che lascia agli organismi locali piena autonomia nelle scelte di politica amministrativa.

Sulla base del patto di consultazione siglato a livello regionale fra tutte le forze politiche repubblicane e socialiste, finalizzato ad un completo rilancio della cultura democratica risorgimentale di area laica.

Sulla base del deliberato della Direzione dell’Unione Comunale Carrarese del Partito Repubblicano Italiano che dava mandato alla Segreteria politica di vagliare le ipotesi di un accordo fra le componenti repubblicane e socialiste a livello locale, prima dell’elezione del candidato a Sindaco per il Comune di Carrara.


(Dr. Roberto Fantoni, Segretario dell'Unione Comunale)

La Direzione dell’Unione Comunale Carrarese del Partito Repubblicano Italiano, a seguito degli elementi raccolti, delibera in data odierna, nel pieno dei propri poteri istituzionali, la ricerca di un accordo politico fra le componenti repubblicane e socialiste carraresi.


(Almo Cacciatore, responsabile Prov.le di Massa Carrara)

Il PRI è stato l’unico Partito, oltre a quelli socialisti, ad appoggiare apertamente la candidatura a Sindaco del Segretario Provinciale dello SDI. Non è costume dei repubblicani, infatti, assumere posizioni ambigue prima di una competizione per accordarsi, successivamente, con il vincitore.


(Dott. Giorgio Lattanzi)

La posizione è stata presa nella piena coscienza che la vittoria di un laico avrebbe significato la sconfessione delle forze conservatrici della sinistra estrema e massimalista che hanno governato la Città per oltre cinquant’anni ed aperto una nuova fase politica promettente scenari di sviluppo sociale ed economico.


(Roberto Cattaneo)

La composizione di un raggruppamento laico che raccoglie tutti i soggetti legati a quest’area culturale, rappresenta una grande novità nel panorama politico nazionale e la conclusione di una prima fase di lavoro, iniziata nel 1994 da coloro i quali hanno compreso l’importanza di superare le differenze fra repubblicani, socialisti, liberali e radicali per dare vita ad un soggetto unico, forte ed indipendente dai raggruppamenti di centrosinistra e centrodestra, ma pronto a dialogare e collaborare con tutti e due sulla base delle scelte programmatiche.

Il Partito Repubblicano Italiano auspica che questa fondamentale scelta apra nella Città una nuova fase per il rilancio sociale, economico, culturale e politico di Carrara consapevole che nuovi errori porterebbero alla fine di ogni speranza di rinascita.

Carrara 13.02.07 - Il Direttivo P.R.I. dell'Unione Comunale Carrarese


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Unione Comunale

permalink | inviato da il 13/2/2007 alle 18:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
L'autonomia del Pri al di fuori dei due poli
post pubblicato in Comunicati, il 26 gennaio 2007
L'Edera si prepara per le amministrative

Sulla base della nuova posizione politica assunta dal Partito Repubblicano Italiano a livello nazionale che consente piena autonomia nelle alleanze locali, avendo come riferimento il Partito Liberaldemocratico Europeo in un sistema caratterizzato da un forte bipolarismo.
Dovendo attivare una forte iniziativa che consenta al P.R.I. di ottimizzare i rapporti con tutte le componenti liberaldemocratiche presenti in entrambi gli schieramenti avendo l’obbiettivo di creare una federazione laica e liberale che diventi polo di attrazione per quelle risorse che si preparano ad abbandonare l’idea del partito democratico a sinistra e la federazione delle libertà nel centrodestra.
Preparandosi ad una tornata di elezioni amministrative che, mai come questa volta, significheranno la morte definitiva o la rinascita politica, sociale e culturale della Città.
Proponendo il progetto politico del Partito Repubblicano Italiano che parte dai programmi e dai problemi dei cittadini per arrivare successivamente alle alleanze.
Rivolgendosi a quella parte di carraresi i quali, come i repubblicani, non vogliono dividersi fra due schieramenti ed essere fuori dai due poli.
Il Direttivo del Partito Repubblicano Italiano Unione Comunale Carrarese, riunitosi il 22 gennaio ’07 nella pienezza dei propri poteri delibera:

Europe Italia Carrara Panorama of roofs with in the background the spire of the Cathedral belltower

  • 1 - La presentazione alle prossime elezioni amministrative del Comune di Carrara della Lista dell’Edera
  • 2 - L’apertura di rapporti ufficiali con i movimenti civici rappresentati dalla Prof.ssa Maria Mattei e con le forze che si riconoscono nel progetto politico, con particolare riferimento al patto di consultazione siglato a livello regionale fra tutte le componenti repubblicane, socialiste, liberali e laiche presenti nel territorio comunale
  • 3 - Da mandato al segretario di attivarsi da subito per la composizione della lista e la raccolta delle firme
  • 4 - Impone che i rapporti con le liste collegate siano improntate alla massima correttezza, lealtà e trasparenza, escludendo a priori ipotesi di collaborazione con soggetti politici che presentino al loro interno candidati dai trascorsi non cristallini, sia in termini di rilevanza penale che etica.

    Il direttivo del Pri dell'Unione Comunale di Carrara - 22.01.07



  • Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Edera Direttivo Unione Comunale Elezioni Comunali

    permalink | inviato da il 26/1/2007 alle 8:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
    Autonomia del PRI alle prossime elezioni amministrative di Carrara 2007
    post pubblicato in Comunicati, il 29 novembre 2006
    Ridurre drasticamente i costi della politica

    Il giorno 27 Novembre si è riunito, in via Loris Giorgi, il Direttivo UCC del Partito Repubblicano Italiano per discutere sulla situazione politica locale Al termine della riunione è stato approvato il seguente documento:

    Il direttivo dell’Unione Comunale Carrarese del Partito Repubblicano Italiano delibera la posizione autonoma del PRI alle prossime elezioni amministrative nel Comune di Carrara.
    La drammatica situazione economica , sociale, ambientale e culturale della Città , richiede che le forze politiche prendano atto di ciò ed operino, con senso dello stato, nell’esclusivo interesse dei cittadini.

    Image rendered with POV Ray by Valdemir Carrara

    I repubblicani ritengono che dopo 50 anni sia indispensabile proporre un’alternativa seria, competente e credibile per il governo locale.
    Mentre il centrosinistra appare prigioniero delle logiche interne per la spartizione del potere, si moltiplicano le istanze dei cittadini per rivendicare uno spazio politico all’interno del quale possa trovare posto un modo di governare diverso dall’attuale, ma antico nella concezione.
    Una concezione di stato che in Italia si è realizzata solo con la Repubblica Romana. Il che significa governo del Cittadino. Su questo concetto di fondo si differenzia la posizione del PRI da tutte le altre forze politiche. In questo concetto si riassume tutto l’insegnamento di Mazzini.
    I Repubblicani carraresi auspicano che tutte le istanze tese al rinnovamento della classe dirigente possano trovare unitarietà d’intenti ed esprimere un candidato in grado di rappresentare in sé l’intera problematica , partendo dalle condizione femminile, passando dal disagio sociale e dalla povertà, per concludere alla sanità.
    I Repubblicani carraresi si impegnano nel loro programma a sviluppare il turismo e l’occupazione giovanile, ad impedire il disastro ambientale, a mantenere aperto ed integro l’Ospedale di Carrara e sono pronti a sacrificare, in un progetto unitario con i Cittadini, l’espressione di bandiera del candidato a sindaco, ponendo le seguenti condizioni: il candidato dovrà rappresentare le istanze dei cittadini carraresi, avere esperienza politica ed amministrativa, un passato privo della benché minima ombra, vivere del proprio lavoro ed essere di cultura laica.
    Inoltre, sebbene si parli tanto di emarginazione e condizione femminile, il candidato che il PRI è disponibile a sostenere con la propria lista, dovrà essere una espressione reale e concreta dei cittadini che vivono tali condizioni di disagio, slegato da ogni possibile condizionamento partitico, clientelare ed economico.
    Tale candidato dovrà, inoltre, garantire che i costi della politica saranno ridotti almeno del 70% e che gli eletti o gli incaricati nei vari Enti derivati, abbiano diritto solo al rimborso delle spese in modo da riportare la politica ad un servizio e non ad una professione come è oggi.

    Carrara 28.11.06 - il Direttivo dell'U.C.C. del P.R.I. di Carrara

    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Direttivo Unione Comunale Analisi Politica

    permalink | inviato da il 29/11/2006 alle 17:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
    I carraresi potranno finalmente riavere il loro ospedale
    post pubblicato in Comunicati, il 21 luglio 2006
    I repubblicani carraresi si impegnano ad elaborare la parte programmatica relativa alla Sanità

    Si è riunita la Segreteria politica dell’ Unione Comunale Carrarese del Partito Repubblicano Italiano, per un esame della situazione locale. Al termine della riunione è stato emesso il seguente comunicato stampa:
    L’ospedale unico per la città di Carrara e Massa è ormai una decisione presa e sulla quale nessuno tornerà indietro. Pertanto i carraresi si devono rassegnare: il monoblocco chiuderà e lo smantellamento è già iniziato. Coloro i quali hanno la sfortuna di avere a che fare con le nostre strutture sanitarie, toccano con mano lo stato di degrado: code di ore al pronto soccorso, ascensori perennemente guasti, macchinari per la diagnostica rotti o inutilizzabili, pazienti che si devono portare le medicine da casa ed inoltre la qualità dei pasti decisamente non ottimale. Se poi, ti azzardi a protestare, come minimo vieni tacciato di essere “berlusconiano”, termine che nel vocabolario dei cattocomunisti di casa nostra ha sostituito il vecchio “disfattista”. L’aspetto tragicomico di questo vicenda è che sono proprio i comunisti a protestare, ovvero coloro che, più di ogni altro, hanno voluto la chiusura del monoblocco,imposta loro dalla Federazione Regionale. E’ comunque inutile piangere sul latte versato. Nel nuovo ospedale unico, le ore al pronto soccorso raddoppieranno, le medicine scarseggeranno ancora di più ed il cibo continuerà ad essere decisamente poco appetibile. Per questi motivi i repubblicani carraresi si impegnano ad elaborare la parte programmatica relativa alla Sanità, in un’ottica di mantenimento delle attuali strutture ospedaliere, magari all’interno della sfera privatistica convenzionata con il pubblico. I carraresi potranno finalmente riavere il loro ospedale con medici non più condizionati dal potere politico e le strutture efficenti, come è normale nel privato. E si comunica ai sindacati di categoria che i livelli occupazionali non saranno solo tutelati, bensì incrementati quantitativamente e qualitativamente.

    Il Segretario dell'Unione Comunale Carrarese del P.R.I.
    Dott. Roberto Fantoni

    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ospedale Unione Comunale

    permalink | inviato da il 21/7/2006 alle 13:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
    Unione carrarese, la lista dei dirigenti del Pri
    post pubblicato in Comunicati, il 3 agosto 2005
    Definito il ruolo che spetta alle commissioni di studio

    Ridare nuova forza alla città

    La Segreteria dell'Unione Comunale Carrarese comunica che il direttivo ha completato la composizione degli organi dirigenti che risultano così composti:

    Consiglio direttivo: Agostini, Baccioli, Bellegoni, Cacciatore, Campoli, Cattaneo, Clementi, Ciancianaini, Chiappuella, Cucurnia, Dell'Amico, Fantoni, Fazzi, Maggiani, Menconi, Moretti, Musetti, Paoli, Orsini, Pezzica, Ugurgeri, Silicani, Puccetti, Pucci, Raso, Sanguinetti, Volpi.

    Comitato esecutivo: Baccioli, Bellegoni, Cacciatore, Fantoni, Fazzi, Orsini, Pezzica, Chiappuella, Raso.

    Sono state attivate le Commissioni di studio relative a: Porto, Attività Produttive Commercio e Turismo, Urbanistica, Sanità, Marmo, Cultura.
    Il ruolo delle Commissioni è quello di formulare le proposte per il progetto politico amministrativo locale del Partito Repubblicano Italiano per la
    campagna elettorale del 2007.
    Intendimento dei repubblicani è la formulazione di una proposta complessiva che rivoluzioni l'assetto politico economico della Città, giunta ormai allo stremo per la crisi strutturale che la attanaglia da tempo.
    Punti focali del programma sono la ristrutturazione del comparto lapideo con divieto del prelievo delle scaglie da parte di privati e riconversione del porto commerciale
    in porto turistico.
    L'ipocrita buonismo della maggioranza di governo locale, ha comportato la svendita a Massa di tutte le principali attività produttive e di supporto strutturale.
    Di fatto Carrara è diventata un paesone in provincia di Massa, con nessuna voce in capitolo riguardo alle scelte fondamentali di indirizzo economico. I repubblicani intendono invertire questa tendenza, affrancando la Città dalle prepotenze dei vicini d'oltrefoce i quali, superando le coloriture politiche, riescono a fare sistema a spese dei carraresi. Con la stupida accusa di bieco campanilismo, vengono affossate tutte le legittime aspirazioni dei nostri cittadini, grazie, soprattutto, alla complicità delle forze politiche locali, succubi delle dirigenze massesi.

    Il programma politico del Pri
    ridarà forza e dignità a Carrara, consentirà il superamento della monocultura del marmo e taglierà le unghie ai padroni, o presunti tali, della Città, restituendo il potere democratico ai cittadini elettori, elevandoli dall'attuale ruolo di semplici sudditi.

    Unione Comunale Pri Carrara
    Carrara, eletto segretario l'amico Roberto Fantoni
    post pubblicato in Comunicati, il 14 luglio 2005
    Nella stessa riunione si è parlato delle consultazioni elettorali 2006

    Proporre seri programmi alla città

    Il Consiglio Direttivo dell'Unione Comunale Carrarese del Pri, in data 11/07/05, ha eletto il cittadino Roberto Fantoni Segretario del Partito.

    Nella stessa riunione, dopo lungo ed approfondito dibattito politico, è stato dato mandato allo stesso di organizzare, in vista delle prossime elezioni politiche del 2006 ed amministrative del 2007, sessioni di studio settoriali, al fine di proporre alla Città temi programmatici con proposte d'intervento. Vista la complessiva e l'enorme gravità della crisi economica locale, vengono individuate nel porto e nel marmo le priorità d'intervento. I Repubblicani ritengono, infatti, che si debbano produrre, quanto prima, progetti ad esecuzione immediata per la riconversione del cantiere navale e del porto commerciale in strutture ad alto reddito ed elevati livelli occupazionali.

    Anche il settore lapideo non può rimanere l'unica fonte di reddito cittadino. La produzione di blocchi ed informi è molto bassa rispetto alla produzione del detrito ed inoltre, ha concentrato in una sola azienda, tutto il meglio della produzione locale creando, di fatto, una struttura monopolistica in grado di controllare il mercato. Si dovrà, quindi, intervenire con una radiale modifica del regime concessorio per ridistribuire la ricchezza fra i veri proprietari delle cave: i cittadini di Carrara. Ancora più grave la situazione dei detriti che producono molte centinaia di milioni l'anno di ricchezza e che lasciano sul territorio solo polvere, traffico di mezzi pesanti e gravi danni alle infrastrutture. Visti gli insopportabili livelli di povertà, l'impegno politico dei repubblicani sarà quello di garantire a tutte le famiglie carraresi, un livello di reddito che renda la loro vita decorosa, nel rispetto delle leggi e della dignità dell'individuo.

    Unione Comunale Pri Carrara

    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Unione Comunale Segreteria Marmo Porto

    permalink | inviato da il 14/7/2005 alle 1:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
    30° Congresso del P.R.I. di Carrara
    post pubblicato in Segreteria, il 9 aprile 2005



    Messaggio di "benvenuto" del Segretario Politico dell'U.C.C. del P.R.I. di Carrara

    Cari amici repubblicani,
    il 30° Congresso dell'Unione Comunale Carrarese del nostro Partito e' stato l'occasione
    per pensare di dotarci di strumenti di dibattito e di presenza nella popolazione e nella citta', al passo con la realta' odierna e tali da permettere una interazione, un intreccio ed uno scambio di idee tra gli amici repubblicani, i simpatizzanti e tutte le altre forze vive della societa' civile carrarese.
    Abbiamo pensato e dato quindi vita al nostro sito Internet, oltre che per testimoniare la presenza tradizionale di una forza democratica e riformista come la nostra nel territorio carrarese, anche per dotare il Partito di uno strumento che riteniamo possa risultare efficace per contribuire a ridare slancio e vitalita' alla riorganizzazione interna della nostra associazione politica a livello di comprensorio.
    Crediamo che l'utilizzo del sito web possa contribuire a favorire il gioco di squadra ed il lavoro d'equipe degli amici impegnati nell'Unione e nelle Sezioni del Partito, oltre che essere utile strumento di tipo promozionale  e veicolo di ampliamento della nostra visibilita' tra le forze vive rappresentative della societa' carrarese.
    L'utilizzo del sito permettera' un maggior coinvolgimento anche di ampi strati di attivisti e un maggior tallonamento ed impegno per tutta la classe dirigente politica del partito, che deve sentirsi partecipe degli stessi obiettivi.
    Dalle pagine del sito si potra  avere un rapporto piu' diretto con gli amici repubblicani e i carraresi avvertiranno netta la sensazione di avere, dietro le proprie spalle, una forza politica viva ed attenta alla soluzione delle problematiche della cittadinanza.
    Si potra' interagire con il Partito stesso e contribuire, in sinergia,  alla sua crescita; coinvolgendo tutta la nostra organizzazione, dai suoi maggiori esponenti sino ai suoi piu' umili iscritti … in quel lavoro d'equipe che non e' altro che una trasposizione, in chiave moderna, della formula della ''fratellanza mazziniana'': di quella capacita' cioe' di saper coniugare l'utopia degli ideali della nostra coscienza di democratici con la necessita' di ridisegnare il presente in senso propositivo.
    Riteniamo che questo strumento possa contribuire a far comprendere appieno le potenzialita' di ''riorganizzazione'' che sono in nostro possesso e ci permettera' di ritrovare entusiasmo, umilta', dandoci alti e nobili obiettivi, parlando ai giovani, ascoltando la nostra base, i nostri iscritti, i nostri simpatizzanti, riacquistando la consapevolezza che noi Repubblicani abbiamo dentro di noi un ''sentire spirituale'' che ci rende ''diversi'' da chi interpreta la politica come puro esercizio del potere,  e saremo aiutati nell'esplicare al meglio tutte le nostre potenzialita' politiche di presenza sul territorio con la certezza di partecipare attivamente alla soluzione dei problemi della nostra comunita' locale.
    Un fraterno saluto.


    Il Segretario Politico

    dell' U.c.c. del P.r.i.


    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Congresso Unione Comunale

    permalink | inviato da il 9/4/2005 alle 17:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
    Sfoglia maggio        settembre