.
Annunci online

Repubblicani Il P.R.I. di Carrara (MS)
Il P.R.I di Carrara ringrazia
post pubblicato in Diario, il 8 maggio 2012
Il P.R.I. di Carrara ringrazia i 1.032 elettori carraresi (3,39%) che hanno votato l'Edera Repubblicana
Uniti nel segno dell'edera - La diaspora è finita
post pubblicato in Articoli, il 27 febbraio 2012
I Repubblicani annunciano che le varie anime sono tutte rientrate nel P.R.I. - Confermata per la nostra Provincia la collocazione nell'alveo del centro-sinistra.

Di nuovo tutti uniti sotto il segno dell'Edera. In una nota, infatti, si annuncia che "il processo di riunificazione di tutti i Repubblicani si è completato anche a Carrara. Dopo un decennio di vita separata, in qualche occasione anche divergente, la diaspora dei Repubblicani si è compiutamente ricomposta.

Si fa notare infatti che "i rappresentanti storici dei Repubblicani di Carrara hanno sottoscritto un documento che sancisce la fine delle vecchie divisioni e riunifica tutte le anime repubblicane attorno ad un progetto di riorganizzazione e rinnovamento delle strutture del P.R.I. a Carrara e nella provincia.

La riunificazione dei Repubblicani (P.R.I., Movimento dei Repubblicani Europei, Democrazia Repubblicana) era già stata sancita dal 46° Congresso Nazionale del P.R.I., tenutosi a Roma l'anno scorso, la cui risoluzione conclusiva, approvata con voti unanimi, prendeva “atto con soddisfazione della ritrovata unità con i Repubblicani che avevano costituito l’MRE, superando così quella divisione in seno alla famiglia Repubblicana che era stata determinata dalla forzatura in senso bipolare del sistema politico italiano”, processo di ritrovata unità che comprendeva anche DR".

Si aggiunge: "Rimaneva poi in piedi la necessità della graduale attuazione nei territori regionali del processo di riunificazione. A Carrara i Repubblicani sono andati molto più avanti definendo anche scelte fondamentali a partire dalla decisione di ripresentarsi alle prossime votazioni comunali, confermando la scelta della collocazione nel centro sinistra, e fissando il percorso programmatico ed organizzativo del processo di rinnovamento avviato. Tutto ciò nella consapevolezza della loro forza politica nel territorio e dell’opportunità di continuare a mettere tale forza al servizio di Carrara e dei suoi abitanti e dell’intero territorio provinciale".

Il nuovo quadro operativo vede così assegnati gli incarichi: Enrico Lencioni affianca Giuliano Fazzi nella conduzione della Sezione di Carrara, Maurizio Da Mommio assume il coordinamento del Comitato Elettorale che avrà la responsabilità dell’attività politica elettorale e del rapporto con le forze politiche locali.

Gli aspetti provinciali in via transitoria sono seguiti personalmente dal Segretario regionale Luca Santini.

"Alla ritrovata unità ha fatto eco la soddisfazione delle strutture nazionali del Partito tantoché sabato 3 marzo l’On. Francesco Nucara, Segretario Nazionale del P. R. I., sarà a Carrara".

articolo originale su "Il Tirreno"
Il P.R.I. di Carrara ringrazia
post pubblicato in Diario, il 3 giugno 2007
Il P.R.I. di Carrara ringrazia i 1.581  elettori carraresi (4,63%) che hanno votato l'Edera Repubblicana

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Elezioni Comunali

permalink | inviato da il 3/6/2007 alle 21:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Presentata la Lista Repubblicana alla Cittadinanza
post pubblicato in Articoli, il 7 maggio 2007
Sembrava che ci fossimo lasciati solo il giorno prima

Sabato pomeriggio abbiamo presentato alla Città la lista dei candidati .
La sala consiliare era stracolma nonostante mancassero molti candidati. Il Partito c’è, ma soprattutto, ci sono i repubblicani. Con tanti pezzi della nostra storia ancora li, sul campo pronti a combattere. E’ vero, qualche amico lo abbiamo perso, ma l’evoluzione naturale ha le sue leggi: i più deboli si arrendono e vengono eliminati. In questo modo sopravvivono i più forti ed il “philum” si irrobustisce. Infatti ho visto tanti giovani e tante facce nuove.
Sebbene si siano espresse tutte le componenti, non c’è stato distinguo, nessuna stonatura. Tutto si è svolto in modo armonico, lineare, compatto. Ciò conferma la mia teoria: se lasciamo da una parte le collocazioni geometriche o topografiche e restiamo sui contenuti e sui valori ideali, ci rendiamo conto che c’è un unico linguaggio ed un sentire comune. Ed era palpabile, quasi fisica, la soddisfazione enorme di tutti i protagonisti di questo storico accordo, nell’avere raggiunto un risultato che sarà coronato da un soddisfacente risultato elettorale. Quando amiche ed amici di un tempo mi hanno riabbracciato e baciato fraternamente, ho avuto momenti di autentica commozione. Sembrava che ci fossimo lasciati solo il giorno prima. Ed uscendo dalla riunione avevo un pensiero fisso che, sentivo, passava nella mente anche di molti altri: ma che diamine abbiamo combinato in questi tanti anni?
Ma che cosa ci era preso?
E, francamente, come dirigente repubblicano, mi sono bocciato. I nostri padri, i nostri maestri, certi errori non li avrebbero fatti. Da qui ricominciamo. La novità del Partito Democratico e la posizione assunta dall’UDC, hanno, di fatto, disgregato gli attuali schieramenti. Nel centro sinistra nascerà una nuova formazione politica che andrà a fondere i meno moderati, quelli che definisco i fondamentalisti. Il quadro generale si semplificherà molto e presto i repubblicani dovranno scegliere cosa fare. Per quanto mi riguarda continuo a vedere determinante l’unificazione, anche in senso federale, dei partiti laici.
E proprio a Carrara avremmo potuto proporre questo nuovo soggetto agli elettori. Da una parte il grosso successo socialista lo ha impedito, dall’altra la necessità di fare prima chiarezza in casa nostra e l’opportunità di presentare più liste laiche di supporto a Zubbani lo ha sconsigliato. Ciò non toglie che dovremmo confrontarci su questo tema nell’immediato futuro. E sarà proprio da qui, da Carrara, dove nacque il Partito, che ricomincerà la nostra storia. Viva i Repubblicani, viva l’Edera, viva l’ELDR.

Roberto Fantoni (Segr. Un. Com. del Pri di Carrara) - Carrara 6.5.07

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Elezioni Comunali Edera

permalink | inviato da il 7/5/2007 alle 18:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Abbiamo riunificato tutte le anime dei repubblicani sotto il simbolo dell’Edera
post pubblicato in Segreteria, il 2 maggio 2007
Cari amici repubblicani, quello che dovevamo fare l’abbiamo fatto. Carrara, come sempre, è luogo politico nel quale prendono il via iniziative le quali, generalmente, trovano poi un seguito a livello nazionale. Siamo partiti la scorsa estate, tentando di aggregare un polo laico esterno ai due schieramenti . Dovevamo esserci noi del PRI, i socialisti del nuovo PSI ed alcune liste civiche. Avevamo già anche scelto il candidato , o meglio: la candidata, che si stà rivelando una vincente. Il fiuto politico, evidentemente , c’è ancora. Purtroppo questo bel progetto non è andato in porto perché i socialisti si sono riunificati e le liste civiche trattavano i repubblicani come degli “appestati” in quanto partito.
Fortunatamente la reputazione dei dirigenti del PRI ha consentito l’apertura di trattative per scelte diverse e fu li che decidemmo un’operazione molto rischiosa: appoggiare la candidatura a sindaco del socialista Zubbani.

(Fantoni Roberto Segretario dell'Unione Comunale Carrarese del P.R.I.)

In fin dei conti per il PRI il problema dello schieramento non esiste perché ci basiamo solo sui contenuti e non su falsi presupposti ideologici oggi, peraltro, abbondantemente superati dai fatti.
Ne discutemmo con l’amico Zubbani, nella convinzione che non sarebbe riuscito a vincere, ma con l’ottimismo di chi percepiva consenso e non aveva nulla da perdere. Devo dire che si ipotizzò la nascita di un polo laico-socialista che, in funzione del risultato e delle reazioni, sarebbe potuto diventare autonomo dagli schieramenti. Come è noto Zubbani ha vinto le primarie con largo margine di vantaggio. Questo ha” drogato “ gli amici socialisti i quali, dopo tanti anni di bastonate, hanno ritrovato il loro orgoglio e, giustamente, vogliono contarsi. Gli altri partiti del centrosinistra sono stati abili e, nonostante a livello locale qualcuno abbia tentato di rinnegare la vittoria di Zubbani, gli organismi nazionali hanno imposto il rispetto del risultato . Mi ricordo che dissi: “ di miracoli ne abbiamo già fatto uno difficilmente riusciremo con il secondo”.
Purtroppo ho indovinato e non siamo riusciti a mettere assieme repubblicani e socialisti, magari fuori dagli schieramenti. Abbiamo, comunque, riunificato tutte le anime dei repubblicani sotto il simbolo dell’Edera, e questa per me è già una grande vittoria. Pertanto i risultati ottenuti ad oggi sono: riunificazione repubblicana e candidato a sindaco socialista. Sessant’anni di storia che ricominciano là dove una sorta di colpo di stato, l’aveva momentaneamente fermata. E nelle prossime riflessioni cominceremo a prendere in considerazione i temi di politica locale, per dimostrare ai cialtroni che ci attaccano, che la politica è una cosa seria, complessa, articolata ed il PRI ha una linea chiara e coerente sia in termini politici puri che amministrativi . Ne discuteremo un poco per volta.

Fantoni Roberto
Segretario dell'Unione Comunale Carrarese del P.R.I.

Carrara 02.05.07


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Elezioni Comunali

permalink | inviato da il 2/5/2007 alle 12:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Le anime Repubblicane riunite sotto il simbolo dell'Edera
post pubblicato in Diario, il 2 maggio 2007


Simbolo elettorale del P.R.I. per le prossime elezioni amministrative comunali ... che riunifica tutte le anime Repubblicane sotto il simbolo dell'Edera ...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Elezioni Comunali Edera

permalink | inviato da il 2/5/2007 alle 12:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
L'autonomia del Pri al di fuori dei due poli
post pubblicato in Comunicati, il 26 gennaio 2007
L'Edera si prepara per le amministrative

Sulla base della nuova posizione politica assunta dal Partito Repubblicano Italiano a livello nazionale che consente piena autonomia nelle alleanze locali, avendo come riferimento il Partito Liberaldemocratico Europeo in un sistema caratterizzato da un forte bipolarismo.
Dovendo attivare una forte iniziativa che consenta al P.R.I. di ottimizzare i rapporti con tutte le componenti liberaldemocratiche presenti in entrambi gli schieramenti avendo l’obbiettivo di creare una federazione laica e liberale che diventi polo di attrazione per quelle risorse che si preparano ad abbandonare l’idea del partito democratico a sinistra e la federazione delle libertà nel centrodestra.
Preparandosi ad una tornata di elezioni amministrative che, mai come questa volta, significheranno la morte definitiva o la rinascita politica, sociale e culturale della Città.
Proponendo il progetto politico del Partito Repubblicano Italiano che parte dai programmi e dai problemi dei cittadini per arrivare successivamente alle alleanze.
Rivolgendosi a quella parte di carraresi i quali, come i repubblicani, non vogliono dividersi fra due schieramenti ed essere fuori dai due poli.
Il Direttivo del Partito Repubblicano Italiano Unione Comunale Carrarese, riunitosi il 22 gennaio ’07 nella pienezza dei propri poteri delibera:

Europe Italia Carrara Panorama of roofs with in the background the spire of the Cathedral belltower

  • 1 - La presentazione alle prossime elezioni amministrative del Comune di Carrara della Lista dell’Edera
  • 2 - L’apertura di rapporti ufficiali con i movimenti civici rappresentati dalla Prof.ssa Maria Mattei e con le forze che si riconoscono nel progetto politico, con particolare riferimento al patto di consultazione siglato a livello regionale fra tutte le componenti repubblicane, socialiste, liberali e laiche presenti nel territorio comunale
  • 3 - Da mandato al segretario di attivarsi da subito per la composizione della lista e la raccolta delle firme
  • 4 - Impone che i rapporti con le liste collegate siano improntate alla massima correttezza, lealtà e trasparenza, escludendo a priori ipotesi di collaborazione con soggetti politici che presentino al loro interno candidati dai trascorsi non cristallini, sia in termini di rilevanza penale che etica.

    Il direttivo del Pri dell'Unione Comunale di Carrara - 22.01.07



  • Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Edera Direttivo Unione Comunale Elezioni Comunali

    permalink | inviato da il 26/1/2007 alle 8:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
    "Il buon governo è il soggiacere dell’interesse privato all’ interesse pubblico"
    post pubblicato in Comunicati, il 6 agosto 2006

    Le proposte programmatiche del PRI

    Al pari del più classico gossip estivo, la politica carrarese sta vivendo con un certo divertimento la fase del totosindaco. Gli unici che sono fuori da questa ormai consolidata prassi, sono i repubblicani. Non tanto per entrare all’interno del reality show, quanto per dare risposte ai nostri elettori, riteniamo doveroso illustrare la posizione del Partito Repubblicano Italiano. Fino al 1994, è stato nostro uso discutere prima i temi programmatici. Una volta stabilito il da farsi nell’interesse della città e dei cittadini, i repubblicani sceglievano gli uomini . Dal 1994 a due anni orsono, maggioranza e posti remunerati di governo locale, avevano preso il posto dell’interesse pubblico. Oggi è tornata la linea ispirata da un grande politico, il quale sosteneva che il buon governo è il soggiacere dell’interesse privato all’ interesse pubblico.
    Ci auguriamo che non siano sfuggite le prime proposte programmatiche del PRI, sintetizzabili in tre punti fondamentali:

    1) Trasformazione del porto commerciale in porto turistico e conseguente creazione di diecimila posti di lavoro.

    2) Estrazione al monte di solo lapideo, utilizzando le scaglie come sfrido di lavorazione e non come materia prima. Trasporto delle scaglie, dal monte al piano, a mezzo di una società ad azionariato popolare. Auspicabile trasferimento delle multinazionali del carbonato di calcio verso altri e più confortevoli lidi.

    3) Una volta costruito l’ospedale unico di via Mattei, destinare le strutture esistenti alla sanità privata, anziché farci degli appartamenti.

    Questi tre punti, da soli, rappresentano una vera e propria rivoluzione politica, economica, culturale e sociale.

    Poiché riteniamo che i cittadini carraresi, oppressi da una sorte di “governo etico locale“ da cinquantanni, non daranno la maggioranza assoluta al PRI, stiamo cercando di dare vita ad un terzo schieramento composto da soggetti politici di cultura laica, per riaffermare un’identità storica di sinistra risorgimentale che non ha nulla, ma proprio nulla da spartire con i comunisti, che ancora oggi esistono ed esprimono addirittura la terza carica dello Stato. Questo non significa che siamo in conflitto con il centrodestra, del quale stimiamo uomini e candidato a Sindaco. Semplicemente non siamo di centrodestra, non siamo di centrosinistra, ma siamo laici, ovvero liberi pensatori che esprimono pareri senza pretendere di avere verità assolute da dispensare. Il nostro candidato o candidata sarà un uomo od una donna in grado di raccogliere intorno a sé questo mondo di donne e uomini liberi capaci di pensare con la propria testa senza collocarsi, obbligatoriamente, all’interno di uno schieramento. Se non sarà possibile dare vita ad un terzo raggruppamento, i repubblicani presenteranno una loro lista con il proprio candidato che non potrà essere altro che la massima espressione del Partito. Questa è la nostra logica ed il nostro stile. Mi auguro che buffonate tipo la falsa candidatura di Giorgio La Malfa non abbiano più a verificarsi. Stupidaggini del genere ridicolizzano chi le propone, ma soprattutto, discreditano la politica agli occhi del cittadino.

    Il Segretario dell'Unione Comunale Carrarese del P.R.I.
    Dr. Roberto Fantoni


    Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Porto Turistico Marmo Ospedale Elezioni Comunali

    permalink | inviato da il 6/8/2006 alle 20:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
    Sfoglia aprile        agosto