.
Annunci online

Repubblicani Il P.R.I. di Carrara (MS)
Autonomia del PRI alle prossime elezioni amministrative di Carrara 2007
post pubblicato in Comunicati, il 29 novembre 2006
Ridurre drasticamente i costi della politica

Il giorno 27 Novembre si è riunito, in via Loris Giorgi, il Direttivo UCC del Partito Repubblicano Italiano per discutere sulla situazione politica locale Al termine della riunione è stato approvato il seguente documento:

Il direttivo dell’Unione Comunale Carrarese del Partito Repubblicano Italiano delibera la posizione autonoma del PRI alle prossime elezioni amministrative nel Comune di Carrara.
La drammatica situazione economica , sociale, ambientale e culturale della Città , richiede che le forze politiche prendano atto di ciò ed operino, con senso dello stato, nell’esclusivo interesse dei cittadini.

Image rendered with POV Ray by Valdemir Carrara

I repubblicani ritengono che dopo 50 anni sia indispensabile proporre un’alternativa seria, competente e credibile per il governo locale.
Mentre il centrosinistra appare prigioniero delle logiche interne per la spartizione del potere, si moltiplicano le istanze dei cittadini per rivendicare uno spazio politico all’interno del quale possa trovare posto un modo di governare diverso dall’attuale, ma antico nella concezione.
Una concezione di stato che in Italia si è realizzata solo con la Repubblica Romana. Il che significa governo del Cittadino. Su questo concetto di fondo si differenzia la posizione del PRI da tutte le altre forze politiche. In questo concetto si riassume tutto l’insegnamento di Mazzini.
I Repubblicani carraresi auspicano che tutte le istanze tese al rinnovamento della classe dirigente possano trovare unitarietà d’intenti ed esprimere un candidato in grado di rappresentare in sé l’intera problematica , partendo dalle condizione femminile, passando dal disagio sociale e dalla povertà, per concludere alla sanità.
I Repubblicani carraresi si impegnano nel loro programma a sviluppare il turismo e l’occupazione giovanile, ad impedire il disastro ambientale, a mantenere aperto ed integro l’Ospedale di Carrara e sono pronti a sacrificare, in un progetto unitario con i Cittadini, l’espressione di bandiera del candidato a sindaco, ponendo le seguenti condizioni: il candidato dovrà rappresentare le istanze dei cittadini carraresi, avere esperienza politica ed amministrativa, un passato privo della benché minima ombra, vivere del proprio lavoro ed essere di cultura laica.
Inoltre, sebbene si parli tanto di emarginazione e condizione femminile, il candidato che il PRI è disponibile a sostenere con la propria lista, dovrà essere una espressione reale e concreta dei cittadini che vivono tali condizioni di disagio, slegato da ogni possibile condizionamento partitico, clientelare ed economico.
Tale candidato dovrà, inoltre, garantire che i costi della politica saranno ridotti almeno del 70% e che gli eletti o gli incaricati nei vari Enti derivati, abbiano diritto solo al rimborso delle spese in modo da riportare la politica ad un servizio e non ad una professione come è oggi.

Carrara 28.11.06 - il Direttivo dell'U.C.C. del P.R.I. di Carrara

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Direttivo Unione Comunale Analisi Politica

permalink | inviato da il 29/11/2006 alle 17:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sfoglia ottobre        gennaio