.
Annunci online

Repubblicani Il P.R.I. di Carrara (MS)
I Repubblicani e il Cantiere Navale
post pubblicato in Comunicati, il 4 settembre 2014
Nca cosa sta succedendo? Il Partito Repubblicano Italiano di Carrara vuol capire cosa sta accadendo dentro la più grande attività manifatturiera rimasta in Carrara. Non si capisce bene come mai la situazione sia diventata così calda e come mai questi imprenditori abbiano deciso la strada della guerra con i lavoratori. Da che mondo è mondo le società operano grazie alle capacità imprenditoriali e grazie alla qualità del lavoro svolto dalle maestranze; il gruppo che ha rilevato il cantiere nautico apuano invece ha scelto la strada del conflitto continuo e permanente. La segreteria del P.R.I. vuol capire cosa sta succedendo; non devono esserci limiti di trasparenza e di informazione, non può certo essere che scatti il licenziamento perché un dipendente ha fatto entrare giornalisti all’interno della struttura. Poiché siamo certi che nulla hanno da nascondere i soci della società nessun problema devono avere se la attività viene visitata, ed inoltre, poiché subito dopo l’accesso sono state date nuove disposizioni riguardanti l’accesso, in mancanza di tali disposizioni a nessuno verrebbe in mente di licenziare e, al limite, di fare un richiamo. Ricordando però quanto dichiarato dal signor Costantino, amministratore della società, “ vorrei poter licenziare i dipendenti che non sanno fare le cose per assumere altri in grado di farle” forse la logica è una altra: tornare ai tempi del padrone delle ferriere. Siamo nel terzo millennio, i lavoratori hanno dei diritti come anche gli imprenditori ne hanno, i lavoratori hanno dei doveri come anche gli imprenditori ne hanno. Doveri e diritti devono sempre essere rispettati. La attività va avanti bene grazie agli aiuti economici forniti dal Welfare nazionale, l’imprenditore ha rilevato la attività usufruendo di tutti i benefici economici possibili, a qualche mese dalla partenza della nuova attività immaginiamo sia stato iniziato un percorso di formazione che consenta ai lavoratori di essere pronti alle nuove attività lavorative, per far si che progressivamente venga ridotto l’utilizzo di maestranze esterne in assenza del totale utilizzo dei lavoratori in forza eliminando così il costo sulle spalle della collettività della cassa integrazione. E’ giusto che un imprenditore spenda le proprie risorse come vuole con feste o pitturazione di palazzi e fuochi di artificio, purchè queste risorse siano sue e purchè non vengano utilizzate risorse della collettività. Se l’attività è viva è una cosa positiva in questo periodo storico pertanto è giusto che possa progredire sempre più ma non a spese della collettività. Il P.R.I. invita gli imprenditori a ripensare alla assurda posizione tenuta nei confronti dei lavoratori, il dialogo deve esser la voce principe di un rapporto di lavoro lungo e proficuo. La politica ha assunto un ruolo importante nella trattativa fra la società pubblica e la società privata, la politica ha consentito di avere ogni agevolazione possibile per il rilancio di questa attività produttiva, la politica vuole essere parte attiva nel verificare che vengano mantenuti i patti stabiliti. Il Partito Repubblicano Italiano carrarese non consentirà a nessuno di derogare ai patti e sarà sempre dalla parte del lavoro e delle attività lavorative in regola che rispettano i contratti e gli accordi. La Segreteria Repubblicana chiede un immediato incontro tecnico politico per far fronte alla situazione per sgombrare il tavolo da dubbi e per far partire finalmente con il piede giusto l’attività. Nessuno può pensare di usare il ricatto nel mondo del lavoro e  nessuno può pensare di non avere obblighi a lavorare, nel tavolo tecnico verranno fuori le diversità e, in base agli accordi stabiliti, si troverà la quadra della situazione. Se dal tavolo emergerà che qualcuno vuol derogare ai patti il Partito è pronto a schierarsi con ogni mezzo contro questa parte.

Il Segretario del P.R.I. Carrarese - Giuliano Fazzi
Tesseramento al P.R.I. - Anno 2013
post pubblicato in Comunicati, il 12 settembre 2013
Il P.R.I. carrarese apre il Tesseramento 2013 ed annuncia la convocazione dell’assemblea di tutti i suoi Iscritti per il prossimo 27 settembre. A comunicarlo è Giuliano Fazzi, segretario cittadino del Pri, il quale ha anche annunciato che il tesseramento si dovrà chiudere il giorno prima dell’assemblea degli iscritti. “Il nostro obiettivo – ha spiegato il leader carrarese dell’Edera - è quello di arrivare pronti per il 47° Congresso Nazionale del Partito, che si terrà a Roma dal 25 al 27 novembre. Il tesseramento si rende indispensabile per la convocazione dell’assemblea del Pri carrarese, che dovrà servire all’elezione della direzione cittadina e degli altri organi statutari, nonché per la designazione dei Delegati che dovranno partecipare al Congresso Nazionale. Il fatto che il Pri torni a riorganizzarsi in territorio apuano comporterà inoltre altre importanti novità nel mondo politico locale. La conseguenza più rilevante di tutto ciò - spiega Fazzi - e che da adesso in avanti chiunque intenda parlare a nome dei Repubblicani Carraresi dovrà dimostrare di averne titolo, ovvero essere regolarmente iscritto al Pri cittadino ed averne rinnovato la tessera. Dico questo perché, pur assicurando la nostra volontà di proseguire gli impegni presi con la maggioranza che sostiene il sindaco Angelo Zubbani, è doveroso fare chiarezza”. Il segretario dell’Edera ha anche espresso l’intenzione di ripristinare a Carrara la F.G.R, organizzazione giovanile del Pri. Per info: tel. 339-3603625 - email: fazzigiuliano@libero.it

Giuliano Fazzi - Segr. Pri di Carrara

Per seguirci su Facebook -----> https://www.facebook.com/groups/corybabi/
La Voce Repubblicana su Internet
post pubblicato in Comunicati, il 11 maggio 2013


Finalmente in Rete la Voce Repubblicana, quotidiano del P.R.I., fondata nel 1921.
Consultabile sul Web al link ----->  http://www.lavocerepubblicana.it/
Lettera agli amici diramata dal Segretario Regionale P.R.I. della Toscana, Luca Santini, Consigliere Naz.le del P.R.I. ...
post pubblicato in Comunicati, il 13 agosto 2012
Salve, ti invio la presente per metterti a conoscenza che il Partito Repubblicano sta organizzando in ogni Regione delle manifestazioni per lanciare a livello locale il progetto della "Costituente Liberal-democratica" in modo da coinvolgere maggiormente gli iscritti ed i simpatizzanti.

Dopo il successo della manifestazione nazionale che si è svolta a Roma a Luglio, infatti, il PRI ha intenzione di replicare a metà Ottobre, questa volta, però, coinvolgendo associazioni e personalità esterne al partito. Gli incontri a livello locale, quindi, sono propedeutici alla manifestazione nazionale di Ottobre; per la Toscana la possibile data per l'organizzazione della manifestazione locale è Domenica 16 Settembre p.v., insieme alla Regione Liguria. Il luogo dell'incontro, sentito gli amici Liguri, potrebbe essere, con moltissima probabilità, Carrara perchè si troverebbe in posizione intermedia per entrambe le Regioni. Personalmente ho una riunione a Roma il 31 Agosto proprio per organizzare questa manifestazione, comunque già da adesso gli amici di Carrara ci diranno in tempi brevi la loro disponibilità ed il luogo. Vi invito, però, a tenere in considerazione nei vostri appuntamenti la data del 16 Settembre.

Vi farò sapere al più presto notizie. Sicuro che non mancherete a questo importante appuntamento, cordiali saluti.

Luca Santini
Presentazione Lista del P.R.I.
post pubblicato in Comunicati, il 6 aprile 2012

Il Partito Repubblicano Italiano di Carrara presenta la lista dei candidati al Consiglio Comunale di Carrara Sabato 7 Aprile, alle 11.00 del mattino, nello spazio antistante il Pub Grizzly di Piazza Alberica, a Carrara - Saranno presenti Umberto Marrami della Direzione Nazionale del PRI e il consigliere nazionale Alessandro Giuliani - L’incontro, che si svolgerà alla presenza del sindaco Zubbani, sarà introdotto dall’on. Giorgio Arturo Da Mommio, già deputato al Parlamento per il P.R.I. - Al termine verrà offerto ai presenti un aperitivo.

Maurizio Da Mommio - P.R.I. - Comitato Elettorale Comunale di Carrara
Riunito il Direttivo dell'Unione Comunale del P.R.I. di Carrara
post pubblicato in Comunicati, il 9 dicembre 2011
Si è riunito il Direttivo dell’Unione Comunale Carrarese del PRI. Al termine della discussione è stato approvato il seguente documento:

I Repubblicani di Carrara approvano l’appoggio al Governo Monti deliberato dalla Direzione Nazionale del PRI.

I Repubblicani di Carrara esprimono grande soddisfazione per la ritrovata unità dei repubblicani italiani e ringraziano il Segretario provinciale per il ruolo che il Partito locale ha avuto nel raggiungimento di questo importante obbiettivo, che rende il PRI unico interlocutore per i futuri, possibili, accordi elettorali in vista della tornata della prossima primavera.

I Repubblicani di Carrara esprimono totale e fraterna solidarietà al Cittadino Oscar Giannino, vittima di un’aggressione fascista all’Università di Milano ad opera di delinquenti vigliacchi vicini all’area politica del Sindaco di Milano.

I Repubblicani di Carrara danno mandato al Segretario comunale di aprire le consultazioni per verificare se esistono le condizioni politiche e programmatiche per riconfermare l’alleanza con il PSI, maturata nella legislatura in scadenza. Auspicano che tale alleanza possa essere estesa ad altre forze culturalmente e storicamente affini come API e Italia Futura. Qualora le posizioni programmatiche fossero inconciliabili con la linea politica del Partito Repubblicano Italiano, i Repubblicani di Carrara, deliberano, fin da ora, di presentarsi alle prossime elezioni amministrative con un proprio candidato a Sindaco della Città.

Al centro del confronto con gli altri Partiti dovranno essere posti:

Sviluppo turistico del Comune di Carrara con particolare riferimento alla marineria da diporto. Una volta verificata l’impossibilità di poter dare vita al porto turistico alla foce del Torrente Lavello, i Repubblicani di Carrara si impegnano ad ottenere la riconversione del porto commerciale, attualmente dominio di una lobby incompatibile con gli interessi della Città.

Difesa delle strutture sanitarie carraresi dalla politica di smantellamento portata in atto dal Presidente della Regione Toscana. Impegno totale per dotare la Città di un polo sanitario di grande livello, possibilmente pubblico o privato convenzionato.

Revisione totale del Regolamento degli Agri marmiferi con abolizione del regime enfiteutico e limitazione ad una sola concessione per lo sfruttamento dei giacimenti minerari. Limitazione ad una società ad azionariato popolare per l’estrazione, il trasporto e la lavorazione delle scaglie di cava. Chiusura della Progetto Carrara e revisione delle partecipazioni nelle aziende derivate.

I Repubblicani di Carrara deliberano di non accettare possibili alleanze all’interno delle quali si ritrovino liste civiche che si ispirino alla tradizione mazziniana e repubblicana carrarese in quanto prive di legittimazione storica e politica, ma dettate da interessi particolari di singoli individui.
E’ opinione dei Repubblicani di Carrara che il delirio politico di questi ultimi vent’anni sia giunto al termine e sia tornato il momento della politica nobile, disinteressata ed intesa come dovere civico e non come mezzo di sostentamento o, peggio, di arricchimento personale.

Carrara 09/12/2011 -  Il Segretario comunale P.R.I. - Giuliano Fazzi
Nuove Sezioni e Nuove Iscrizioni al P.R.I.
post pubblicato in Comunicati, il 6 dicembre 2011
Cari Cittadini, poichè stanno arrivando richieste di apertura di Nuove Sezioni o di Iscrizioni attraverso la Segreteria regionale, si prega di utilizzare questa mail ( rfpartitorepubblicanoitaliano@gmail.com ) o telefonare al 335-6773017 per la Provincia di Massa e Carrara. Un fraterno saluto.

Roberto Fantoni, Segretario Provinciale P.R.I. di Massa e Carrara

Evitiamo che i nostri Giovani diventino Schiavi
post pubblicato in Comunicati, il 12 novembre 2011
E francamente stupefacente leggere le dichiarazioni di uno dei maggiori responsabili della crisi politica, sociale ed economica della nostra Provincia che annuncia: “rimane solo il marmo ed i giovani devono imparare dai loro coetanei cinesi, indiani e sudamericani”.

La crisi economica della nostra Provincia deriva da una situazione “bloccata” da oltre trent’anni che concentra nelle mani di alcuni padroni, tutti gli strumenti del potere democratico: da quelli politici a quelli della produzione di ricchezza. Siamo una Provincia che ha messo il bene pubblico in mano a pochi che si sono arricchiti alla faccia dei molti. Ed oggi hanno anche l’arroganza e la presunzione di impartire lezioni. Non è vero che esiste solo il marmo. Il nostro territorio è perfetto per uno sviluppo turistico di grande livello, a patto che si verifichino le seguenti condizioni:

1 ) Tenuto conto che il porticciolo turistico non si farà mai, bisogna riconvertire il porto commerciale a turistico, lasciando la banchina di levante alle attività mercantili e sottraendola al monopolio di coloro i quali usano il porto dei carraresi come cosa loro.

2 ) Immediata realizzazione, a Marina di Carrara, di un grande albergo a cinque stelle.

3 ) Revisione totale del Regolamento degli Agri Marmiferi con abolizione del regime enfiteutico risalente a Maria Beatrice e divieto per un soggetto privato ad avere più di una concessione di sfruttamento.

4 ) Divieto per i privati di estrarre e lavorare le scaglie

5 ) Creare le condizioni politiche per il rilancio dell’agricoltura di montagna dove i giovani potrebbero scoprire il grande valore socio-culturale di una attività nobile, gratificante ed economicamente remunerativa. Senza essere ridotti in schiavitù come i loro coetanei cinesi, indiani e sudamericani.

Carrara 11.11.11 - Il Segretario Provinciale del P.R.I. di massa e Carrara - Roberto Fantoni
L'Edera di Massa, l'erosione costiera ed i gravi errori compiuti
post pubblicato in Comunicati, il 22 giugno 2011
Nel pieno rispetto degli studi in atto sul litorale, l’Edera di Massa intende sottoporre ai cittadini, alcune considerazioni in merito al fenomeno dell’erosione. A parere dei repubblicani, è giunta l’ora che la politica dia risposte serie e precise sul tema, che rappresenta uno dei problemi più importanti per la marina locale, ma non solo. Ed essendo molti decenni che non si riesce a dare soluzione al problema, l’Edera riconosce appieno tutte le proprie responsabilità avendo espresso, in questo periodo, importanti ruoli di governo locale. Al fine di cercar di chiarire, senza nessuna presunzione di tipo scientifico, ma con il buon senso del padre di famiglia,alcuni punti fondanti, i repubblicani sostengono quanto segue:

- è in atto da decenni un importante fenomeno di erosione costiera. E questo ci pare un punto incontestabile.

- tutte le opere messe in atto fino ad oggi non hanno dato risultati apprezzabili. Anche questo ci pare palese.

- se creiamo un pennello perpendicolare alla costa, verso Carrara si ha un modesto ripascimento mentre verso Viareggio si accentua il fenomeno erosivo. Per verificare questa affermazione è sufficiente fare una passeggiata sul lungomare dalla caserma della Guardia di Finanza alla zona delle colonie.

- il pennello più grosso che troviamo nell’area è il molo di levante del porto di Marina di Carrara. Il porto si insabbia al suo interno mentre la zona a sud e sud ovest viene erosa. Fino a qualche decennio fa, prima di mettere in opera la famigerata idrovora, la spiaggia di Marina di Carrara, cresceva con ritmi annuali. L’utilizzo dell’idrovora ed i prelievi di deposito nel Fiume Magra hanno modificato il corso delle correnti interrompendo l’accumulo.

Quanto sopra è sotto gli occhi di tutti ed è difficilmente contestabile. Quello che non tutti sanno è che questo modello ricalca perfettamente gli studi fatti dalla Facoltà di Geologia di Pisa a Bocca d’Arno. Pertanto sarebbe opportuno riprendere in mano quegli studi e vedere cosa è stato fatto a Marina di Pisa. Detto questo l’Edera invita tutti i partiti, ma in particolare il Partito Democratico, a riconoscere i gravi errori compiuti in tanti anni. A chiedere scusa ai massesi ed i Repubblicani lo fanno per primi, ed a comportarsi in modo serio e corretto per ridare alla politica quella dignità che gli compete e che vent’anni di delirio collettivo hanno calpestato.

Carrara 22 giugno 2011- Roberto Fantoni - Segretario Provinciale del P.R.I. di Massa e Carrara

Sotto la Bandiera dell'Edera
post pubblicato in Comunicati, il 7 giugno 2011
Cari Cittadini, con gioia ed orgoglio Vi comunico che i Repubblicani di Carrara si sono nuovamente riuniti sotto le bandiere dell’Edera.

Prima di tutto colgo l’occasione di abbracciare fraternamente a nome di tutti il nostro Francesco Nucara per l’intervento subito e prego gli amici di Roma affinché portino al nostro Segretario i più affettuosi auguri di pronta guarigione.

Al fine di superare la prima fase “ricostituente” i carraresi hanno deciso di nominare un triumvirato che guiderà il Partito al tesseramento di dicembre ed al successivo Congresso Comunale la cui data verrà decisa al momento opportuno. Prego quindi Luca di prendere i nomi degli amici impegnati in questo difficile compito:

Maurizio Da Mommio, Uriano Fontana, Giuliano Fazzi
Consigliere Comunale Enrico Isoppi

Da oggi tutte le mie disponibilità di tempo saranno impegnate a ricostruire il Partito anche a Massa.

Buon lavoro a tutti noi ed un abbraccione fraterno. Viva il Partito Repubblicano

Carrara 07.06.2011  -  Roberto Fantoni - Segretario provinciale del P.R.I. di Massa e Carrara

(Lettera inviata ai Repubblicani di Carrara e p.c. al Segretario Nazionale Francesco Nucara e al Segretario Regionale Toscano Luca Santini)
Sfoglia settembre