.
Annunci online

Repubblicani Il P.R.I. di Carrara (MS)
Elezioni europee del 25 Maggio 2014
post pubblicato in Dir. Naz.le, il 7 maggio 2014
Il Comitato di Segreteria nazionale del P.R.I. ha emesso il seguente comunicato:

LA LISTA DELL’ALDE: UN IMPEGNO ELETTORALE PER UN PROGETTO POLITICO NAZIONALE.

Il PRI conferma il suo pieno impegno nella prossima competizione elettorale europea affinché il progetto liberal-democratico e la lista che lo concretizza possano avere un positivo risultato; non solo ora auspicabile e sollecitato, ma anche perché voluto e preparato in questi ultimi tre anni di attività politica da tutto il movimento repubblicano italiano.

Per conseguire un tale obiettivo, il PRI considera essenziale che il messaggio da prospettare agli elettori italiani sia permeato da una forte caratterizzazione delle idealità, della cultura, dei contenuti programmatici propri del filone politico laico e liberal-democratico, ben presenti in Europa, ed ancora in ombra in Italia.

Solo attraverso una tale specificazione, che dovrà prevalere rispetto alle istanze ed alle esigenze di immagine dei singoli soggetti che hanno dato vita alla lista, e che potrà trovare concreta indicazione favorendo essenzialmente la presenza politica di GUY VERHOFSTADT e del movimento ALDE, sarà possibile veicolare nell'opinione pubblica italiana la peculiarità di un progetto del tutto nuovo per la sclerotica realtà politica nazionale. Diversamente, il pericolo concreto è che gli elettori percepiscano la lista come l'insieme di alcune forze politiche, più o meno consistenti e, forse, con qualche venatura di competitività tra di loro; elementi questi che sino ad ora non hanno mai prodotto effetti positivi in occasione di precedenti esperienze in competizioni elettorali.

Il PRI, pertanto, auspica e sollecita la individuazione e concretizzazione di strumenti, proposte ed iniziative in grado di dare compiutezza alla prospettiva, anche in funzione nazionale, del progetto liberal-democratico, e che possano assicurare il pieno coinvolgimento di tutti i promotori della lista nella prossima campagna elettorale.

Tutti i partiti, movimenti e associazioni che si riconoscono ed aderiscono all’ALDE (Alleanza Liberali Democratici Europei - Scelta Europea) devono porsi in modo prioritario ed assoluto questa esigenza.

Roma 16 aprile 2014
I Repubblicani toscani tornano a riorganizzarsi e ripartono da Carrara
post pubblicato in Attivita', il 28 aprile 2010
I Repubblicani toscani tornano a riorganizzarsi e ripartono da Carrara

E’ stato infatti presso la sede del Pri della città apuana che Luca Santini, neocoordinatore regionale del Partito, ha deciso di incontrare i delegati provenienti dalle varie province toscane. Le ragioni della riunione erano quelle di incontrarsi per far ripartire la macchina organizzativa e politica repubblicana sul territorio toscano, esigenza da tempo sentita e resasi indispensabile dopo la recente scomparsa di Tristano Governi, precedente coordinatore regionale del Pri in Toscana che, per seri motivi di salute, si era trovato costretto a rallentare l’azione di coordinamento.
All’incontro, nel quale ha trovato rappresentanza tutta la Toscana, hanno partecipato tutti i Repubblicani della regione che oggi rappresentano il Partito a livello locale e nelle istituzioni e simpatizzanti disponibili a ridare vitalità al PRI.
Durante il suo intervento Santini ha posto l’accento sull’importanza e la delicatezza del compito affidatogli dalla segreteria nazionale. “Per riorganizzare il nostro Partito qui in Toscana - ha detto il neocoordinatore - avrò bisogno della collaborazione di tutti voi e di tutti coloro che in diverse situazioni ed a più riprese hanno dimostrato interesse per le sorti del Pri. Bisognerà riprendere i contatti perduti ed avviarne di nuovi, in modo da poter tornare a veder sventolare la nostra bandiera in tutta la regione. Mi muoverò in questo senso e punterò decisamente al raggiungimento degli obiettivi che la direzione nazionale ha fissato: rimettere in moto le strutture del Pri su tutto il nostro territorio. Parto con la convinzione che sia più importante il risultato che la necessità di correre per raggiungerlo. Quello che spero, insomma, è di far presto, ma ritengo più importante fare bene”. Il nuovo coordinatore, pur dicendosi aperto e disponibile al dialogo e al riavvicinamento anche con coloro che hanno lasciato il Pri per aderire ad altre formazioni politiche, ha però voluto porre con molta forza e chiarezza alcune condizioni. “Per far rinascere il Partito - ha spiegato Santini - sarò disponibile ad incontrare chiunque e a parlare con tutti, ma c’è una cosa su cui voglio essere fin da subito molto chiaro: tutti coloro che vorranno riavvicinarsi a noi e lavorare per conto del Pri in Toscana dovranno avere la tessera del nostro Partito. Questo per evitare ogni possibile ambiguità e confusione riguardo gli obiettivi che intendiamo perseguire, che saranno sempre e soltanto quelli del Pri”. Tutti i presenti hanno molto apprezzato le parole di Santini e si sono detti assolutamente disponibili a collaborare con lui per la riorganizzazione del Pri in Toscana, sottolineando anche la necessità di sfruttare al meglio le possibilità comunicative offerte dai media. In vista dell’approssimarsi delle celebrazioni dei 150 anni dell’unificazione italiana, è’ stata poi fatta notare anche l’esigenza di organizzare eventi capaci di attirare attorno al Partito l’attenzione di quante più persone possibili, come ad esempio conferenze e riunioni di studio di carattere storico e culturale incentrate sul mondo del repubblicanesimo.
Al termine della riunione i presenti si sono salutati con molto entusiasmo, decisi a ritrovarsi quanto prima per far iniziare il lavoro volto a far ripartire il Pri in tutta la Toscana

vedi articolo originale
 
Elezioni politiche 13-14 aprile 2008
post pubblicato in Comunicati, il 27 marzo 2008
Alla Camera e al Senato un voto al Popolo della Liberta'

Il Comitato di Segreteria Nazionale del P.R.I. ha chiesto ai repubblicani un voto per le liste del PdL alla Camera ed al Senato, dove gli esponenti del Pri sono impegnati a rappresentare le principali istanze di politica economica, di politica estera e di sicurezza che hanno caratterizzato il Partito repubblicano nella sua storia.
Il Comitato di segreteria ha anche precisato che qualsiasi incarico di rappresentanza politica dovesse essere conferito ad esponenti del Pri, esso sarà deliberato dal detto Comitato e ratificato dalla Direzione nazionale del partito.

Roma, 18 marzo 2008
Dall' Unione carrarese lettera a Nucara, Segr. Naz.le del Pri
post pubblicato in Segreteria, il 8 ottobre 2005
Il dovere di dare risposte serie a cittadini ed elettori
Le battaglie che verranno

Caro Francesco, non ci conosciamo di persona. Come ben sai, a Carrara abbiamo recuperato una situazione molto difficile. Poco prima delle scorse elezioni regionali, tutti i nostri rappresentanti negli Enti Locali e derivati ci hanno abbandonato, convinti di distruggere il Partito. Ma hanno fatto male i loro conti. Grazie all'impegno degli amici, ed in particolare di Almo e Corradino, l'Unione Comunale ha resistito bene e, sotto certi aspetti, si è addirittura rafforzata. Oggi siamo primi attori sulla scena politica locale e stiamo recuperando la stima e la simpatia di coloro i quali conoscono la nostra storia e la nostra tradizione. Molti che si erano allontanati, stanno tornando. Cittadini amareggiati e delusi vedono in noi una speranza per il futuro. Questo ci inorgoglisce, ma ci responsabilizza. Purtroppo siamo privi di riferimenti istituzionali. Non abbiamo nessun dialogo con la maggioranza di sinistra, ma neppure con l'opposizione di centrodestra. Il sottosegretario alle telecomunicazioni Massimo Baldini, leader locale della CdL, e mio personale amico, è un vecchio socialdemocratico e di lui do lo stesso giudizio che dava Pacciardi dei socialdemocratici. Tuttavia questo non ci preoccupa e non limita in alcun modo la nostra azione politica. Ma la Città vuole, da noi Repubblicani, risposte serie e di governo. I problemi sono immensi: l'economia è inesistente ed il degrado sociale ai massimi livelli. Un figlio del nostro splendido sud mi capisce senza bisogno di troppe parole: la situazione è identica, se non peggiore.
Gli argomenti fondanti fanno capo a due settori: ambiente e porto. Nessuno, meglio di te, può sostenerci in questo duro confronto politico e non possiamo dialogare solo per via epistolare. Abbiamo, quindi, bisogno di sapere quando puoi venire a Carrara, per dedicare una giornata agli amici, durante la quale sviluppare i vari temi e concordare strategie comuni. Se vuoi, possiamo venire noi a Roma, ma non sarebbe la stessa cosa. I Repubblicani hanno diritto di stare con il loro Segretario Nazionale e tu puoi dare loro quello che io non posso: una presenza istituzionale di grosso spessore. Sai meglio di me che la prossima campagna elettorale avrà bisogno di forza e passione. Gli amici sono tutto e si battono per amore del Partito e della Politica. Nessuno meglio del Segretario Nazionale può infondere loro coraggio e vigore. Ed infine, terminando il mio ruolo di segretario comunale e considerato che faremo molta strada insieme, te lo chiedo personalmente. Un abbraccio.

Roberto Fantoni

Unione Comunale Pri Carrara
Sfoglia aprile        settembre