.
Annunci online

Repubblicani Il P.R.I. di Carrara (MS)
Riunita la Segr. Pol. del P.R.I. Carrarese
post pubblicato in Segreteria, il 12 gennaio 2015
La Segreteria del P.R.I. Carrarese si è riunita il giorno 9 Gennaio 2015, per un esame della situazione politico-amministrativa locale. Al termine della riunione è stato rilasciato il seguente comunicato stampa:

"Il recente appello del Governatore Rossi al Ministro Guidi per un “progetto straordinario per l’area apuana“ descritta come l’area di maggior crisi occupazionale della Toscana, richiama tutti noi a prendere coscienza di una situazione di emergenza che troppo spesso dimentichiamo.

Carrara poi, ferita anche dalla recente alluvione, vive una situazione di crescente degrado che colpisce strutture produttive e commerciali di ogni tipo.

A questo punto si impone una accelerazione di tutto quanto può favorire gli insediamenti produttivi dalla bonifica delle aree ancora inquinate al rilancio delle lavorazione in loco del nostro marmo, fino al potenziamento delle infrastrutture.

Il PRI sottolinea, a questo proposito, l’esigenza che proceda l’ammodernamento del Porto che deve essere in grado di aumentare i suoi traffici estendendoli anche alle navi da crociera, tenendo presente che la vicina Spezia le ospita e che, in questa città, accanto al porto commerciale operano ben due porti turistici.

In questo contesto non si comprendono le critiche e le riserve su un possibile investimento a Carrara di un fondo di risparmio di cui è partecipe la nostra Fondazione C.R. Carrara, tanto più che l’investimento dovrebbe riguardare una struttura alberghiera a servizio soprattutto del turismo marino.

Le critiche, all’insegna del tanto peggio tanto meglio, sono basate anche su una palese disinformazione se si arriva a dire che la Fondazione, assieme ad altri, dovrebbe invece acquistare aree destinate a parco pubblico.

Si finge di non sapere che gli investimenti delle Fondazioni devono produrre utili coi quali poi sostenere la cultura, il settore sociale, la sanità ecc.ecc. non le opere pubbliche che competono agli enti locali.

In conclusione, ricorda il PRI, se in questa fase si pensasse di più alle esigenze reali della popolazione e si facesse meno demagogia, sarebbe meglio per tutti."

Tesseramento 2014
post pubblicato in Segreteria, il 17 ottobre 2014
La Segreteria del P.R.I. di Carrara informa tutti gli Amici Repubblicani, al fine di realizzare il completamento del Tesseramento per l'anno 2014 in corso, di prendere contatto telefonico con il Segretario Giuliano Fazzi, al n. 339 3603625, per concertare modi e tempi per il rinnovo della Tessera del Partito Repubblicano Italiano.

Carrara - 17 Ottobre 2014
I Repubblicani e il Cantiere Navale
post pubblicato in Comunicati, il 4 settembre 2014
Nca cosa sta succedendo? Il Partito Repubblicano Italiano di Carrara vuol capire cosa sta accadendo dentro la più grande attività manifatturiera rimasta in Carrara. Non si capisce bene come mai la situazione sia diventata così calda e come mai questi imprenditori abbiano deciso la strada della guerra con i lavoratori. Da che mondo è mondo le società operano grazie alle capacità imprenditoriali e grazie alla qualità del lavoro svolto dalle maestranze; il gruppo che ha rilevato il cantiere nautico apuano invece ha scelto la strada del conflitto continuo e permanente. La segreteria del P.R.I. vuol capire cosa sta succedendo; non devono esserci limiti di trasparenza e di informazione, non può certo essere che scatti il licenziamento perché un dipendente ha fatto entrare giornalisti all’interno della struttura. Poiché siamo certi che nulla hanno da nascondere i soci della società nessun problema devono avere se la attività viene visitata, ed inoltre, poiché subito dopo l’accesso sono state date nuove disposizioni riguardanti l’accesso, in mancanza di tali disposizioni a nessuno verrebbe in mente di licenziare e, al limite, di fare un richiamo. Ricordando però quanto dichiarato dal signor Costantino, amministratore della società, “ vorrei poter licenziare i dipendenti che non sanno fare le cose per assumere altri in grado di farle” forse la logica è una altra: tornare ai tempi del padrone delle ferriere. Siamo nel terzo millennio, i lavoratori hanno dei diritti come anche gli imprenditori ne hanno, i lavoratori hanno dei doveri come anche gli imprenditori ne hanno. Doveri e diritti devono sempre essere rispettati. La attività va avanti bene grazie agli aiuti economici forniti dal Welfare nazionale, l’imprenditore ha rilevato la attività usufruendo di tutti i benefici economici possibili, a qualche mese dalla partenza della nuova attività immaginiamo sia stato iniziato un percorso di formazione che consenta ai lavoratori di essere pronti alle nuove attività lavorative, per far si che progressivamente venga ridotto l’utilizzo di maestranze esterne in assenza del totale utilizzo dei lavoratori in forza eliminando così il costo sulle spalle della collettività della cassa integrazione. E’ giusto che un imprenditore spenda le proprie risorse come vuole con feste o pitturazione di palazzi e fuochi di artificio, purchè queste risorse siano sue e purchè non vengano utilizzate risorse della collettività. Se l’attività è viva è una cosa positiva in questo periodo storico pertanto è giusto che possa progredire sempre più ma non a spese della collettività. Il P.R.I. invita gli imprenditori a ripensare alla assurda posizione tenuta nei confronti dei lavoratori, il dialogo deve esser la voce principe di un rapporto di lavoro lungo e proficuo. La politica ha assunto un ruolo importante nella trattativa fra la società pubblica e la società privata, la politica ha consentito di avere ogni agevolazione possibile per il rilancio di questa attività produttiva, la politica vuole essere parte attiva nel verificare che vengano mantenuti i patti stabiliti. Il Partito Repubblicano Italiano carrarese non consentirà a nessuno di derogare ai patti e sarà sempre dalla parte del lavoro e delle attività lavorative in regola che rispettano i contratti e gli accordi. La Segreteria Repubblicana chiede un immediato incontro tecnico politico per far fronte alla situazione per sgombrare il tavolo da dubbi e per far partire finalmente con il piede giusto l’attività. Nessuno può pensare di usare il ricatto nel mondo del lavoro e  nessuno può pensare di non avere obblighi a lavorare, nel tavolo tecnico verranno fuori le diversità e, in base agli accordi stabiliti, si troverà la quadra della situazione. Se dal tavolo emergerà che qualcuno vuol derogare ai patti il Partito è pronto a schierarsi con ogni mezzo contro questa parte.

Il Segretario del P.R.I. Carrarese - Giuliano Fazzi
16 Maggio 2014 - Riunione degli Iscritti
post pubblicato in Attivita', il 12 maggio 2014
Cari Amici ed Amiche, Venerdì 16 maggio p.v. alle ore 17,30 presso l’ex Mulino Forti, in Via Carriona a Carrara, si terrà un’assemblea organizzativa e propositiva di tutti gli iscritti al Partito ed aperta ai simpatizzanti - Sarà presente il nostro Consigliere Comunale Dott. Enrico Isoppi, che sarà disponibile a chiarimenti in merito al Consiglio Comunale - Il Partito a Carrara si è ricomposto, ma necessita di un vostro contributo per riorganizzarsi e darsi una struttura politica, la vostra presenza sarà quindi utile per un buon andamento futuro. Sarà possibile quindi, ad ogni partecipante, esporre le proprie proposte, le quali verranno prese in esame dall’attuale segreteria che provvederà nell’eventuale attuazione - Certo della vostra presenza vi saluto

Il Segretario del P.R.I. di Carrara - Giuliano Fazzi

Ordine del Giorno
: - Comunicazioni del Segretario
                               - Intervento Consigliere E. Isoppi
                               - Nuova sede per la Sezione
                               - Tesseramento
                               - Varie ed eventuali
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Saverio Collura, Coordinatore Nazionale del P.R.I. ci informa che: "Sabato 10 Maggio ha avuto inizio la distribuzione delle nuove tessere del PRI per il 2014. Tutte le sezioni del Partito in regola con il tesseramento per il 2013 riceveranno nei prossimi giorni i moduli e le relative nuove tessere."
Il P.R.I. e la F.G.R. all'opera per il rilancio del Partito
post pubblicato in Comunicati, il 18 aprile 2011
La Segreteria Provinciale di Massa e Carrara del P.R.I., in risposta alla richiesta della Federazione Giovanile Repubblicana in merito al cambio del nome ai gruppi consiliari comunali e circoscrizionali degli eletti Repubblicani nel Comune di Carrara, la Segreteria Provinciale del PRI precisa quanto segue:” Premesso che gli eletti nelle liste Repubblicani per Carrara rappresentano a pieno titolo anche il Partito Repubblicano, tale lista era espressione delle varie componenti le quali, con l’ultimo Congresso Nazionale, hanno deciso di riunificarsi nel PRI. Potrebbe apparire ovvio e scontato che la lista Repubblicani per Carrara assuma nuovamente il suo nome storico. Tuttavia la democrazia ha le sue regole e queste vanno rispettate. Fare parte di un Partito tradizionale come il PRI è una grossa assunzione di responsabilità, che impone all’iscritto il rispetto delle leggi interne, dei suoi usi e costumi, del suo stile di fare politica e, soprattutto, della condivisione dei suoi obbiettivi. Il Congresso non ha solo sancito la riunificazione dei Repubblicani di tutta Italia, ma ha posto le basi per la Costituente Liberaldemocratica di stampo europeo (ELDR). E’ ovvio che questo modifica profondamente la linea politica del Partito fino ad oggi tenuta e restituisce ai Repubblicani la totale libertà di giudizio sui temi di politica nazionale e locale. Non si può, quindi, pretendere che “ope legis”, tutti i Repubblicani compiano un atto di fede, sconosciuto alla nostra storia ed alla nostra cultura, e rientrino immediatamente nel Partito, cancellando quasi due decenni di divisioni e discussioni. E’ compito di questa Segreteria, pertanto, lavorare affinché tale progetto ambizioso venga condiviso da tutti gli amici, che nessuno venga perso per strada, e che il convincimento sulla validità della Costituente sia fortemente radicato nei Repubblicani, perché il compito che ci aspetta è difficilissimo e l’entusiasmo dovrà essere il motore principale. Dobbiamo riconoscere a tutti i Repubblicani carraresi, iscritti e non, la loro fattiva collaborazione ed il loro totale sostegno a questa iniziativa, con gratitudine particolare al Gruppo Consiliare Comunale. Gli aspetti da chiarire sono moltissimi ed il contributo di ognuno è fondamentale. La forza e la bellezza del PRI consiste proprio nel fatto che ogni Repubblicano è un partito a se stante. La sua saggezza è nel trovare sempre scelte comuni e condivise. Pertanto si ringraziano gli amici eletti che hanno già deciso di modificare il nome del gruppo nei Consigli di Circoscrizione e si invitano tutti i Repubblicani a partecipare alla riunione che si terrà sabato 30 aprile alle ore 10 nella sede storica del Partito per avviare il lavoro di confronto e di dibattito su questi temi per il rafforzamento del PRI in vista delle elezioni del prossimo anno.”

Carrara 16 aprile 2011 - Roberto Fantoni, Segretario Provinciale di Massa e Carrara e Consigliere Nazionale del P.R.I.
Esame della situazione legata alle problematiche del settore marmo
post pubblicato in Segreteria, il 29 aprile 2010
Riunita la Segreteria dell’Unione Comunale Carrarese del PRI

Si è riunita la Segreteria dell’Unione Comunale Carrarese del PRI, unitamente al Gruppo Consiliare, per un esame della situazione politico-amministrativa legata alle problematiche del settore marmo.

Al termine della riunione è stato emesso il seguente comunicato stampa:

“ Sulla base dei dati relativi alla produzione nel settore marmo, in estrema sintesi,possiamo schematizzare quanto segue:

a) l’escavazione al monte ha incrementato la produzione e l’export.
b) La lavorazione al piano ha subito un crollo di circa il 50% a causa della contrazione del mercato del granito.

Risulta quindi, semplice e chiaro, che il settore dell’escavazione ha bisogno di un riassetto profondo sul piano politico, programmatico e strutturale, ma non corre rischi immediati. Essendo i giacimenti, un bene indisponibile di proprietà dei cittadini di Carrara, è necessario ed indifferibile che le forze politiche e sociali affrontino il problema con un dibattito sereno e costruttivo.
In questo non dobbiamo sottovalutare il fatto che la qualità tecnica e commerciale del marmo di Carrara è unica al mondo, con buona pace dei versiliesi e dei garfagnini. Profondamente diverso appare il problema in merito alla lavorazione. Carrara ha vissuto troppo tempo illudendosi che nessuno avrebbe mai imparato a lavorare il marmo ma, soprattutto, il granito. Oggi, paesi esteri che fino ad un paio di decenni fa, non sapevano nemmeno come mettere un blocco sotto sega, importano i blocchi, li segano, lucidano le lastre e le lavorano. Forse la qualità non è la stessa, ma l’enorme differenza dei costi rende molto più competitivi sul mercato i loro, rispetto ai nostri prodotti. L’impressione che si ha è che i nostri operatori di settore attendano che nei paesi emergenti l’evoluzione sociale alzi anche a loro i costi e che il mercato si riequilibri. Viene molto sottovalutato anche il blocco degli investimenti provocato dalle assurde procedure di caratterizzazione dei suoli imposte dal SIN. D’altra parte le proposte sul lapideo : dal distretto minerario al polo tecnologico, sembrano dettate più dalla necessità di far vedere che qualcosa si sta facendo, più che dalla convinzione che siano le scelte risolutive. Per quanto concerne il Distretto minerario, sia ben chiaro che Carrara deve avere la golden share e nessuno, in alcun modo, può pensare di avere un ruolo trainante in questo settore. Lucca e Pietrasanta vivono di realtà produttive diversificate. Carrara solo di marmo e non può, per nessuna ragione, rinunciare alla leadership. Meglio, in caso contrario , non fare il distretto. Il polo tecnologico può essere interessante, ma non si devono creare carrozzoni politici. Deve essere fatto nell’IMM, all’interno della quale tutte le componenti sono già rappresentate. Si costituisca una commissione di “veri” esperti del marmo, si conferisca un incarico professionale ad una società esperta in marketing , famosa a livello nazionale, disposta a legare il proprio guadagno ai risultati conseguiti dalle soluzioni e si elaborino le proposte per il rilancio effettivo del settore. Ma che il bastone di comando resti a Carrara.

Carrara - Aprile 2010 

Roberto Fantoni 
Segretario del P.R.I. di Massa e Carrara
Cambio alla guida del P.R.I. carrarese
post pubblicato in Comunicati, il 5 agosto 2009

Tommaso Ponzanelli è il nuovo Coordinatore del Partito Repubblicano Italiano di Carrara 

ponzanelli tommaso




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Tommaso Ponzanelli Segreteria

permalink | inviato da Repubblicani il 5/8/2009 alle 14:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Perseguire gli ideali della Repubblica Romana
post pubblicato in Segreteria, il 19 settembre 2007
Confermato Roberto Fantoni alla Segreteria del P.R.I. carrarese

Gli amici hanno respinto le mie dimissioni da segretario. Ritengo abbiano fatto un grave errore. Quando, dopo lunga ed attenta valutazione, abbiamo fatto le scelte che ci hanno portato alle elezioni, molti amici non si dissero d’accordo perché la nostra alleanza è con il centrodestra e li avremmo dovuto restare. Verissimo. Ma alla luce di quello che è successo e che sta succedendo nel centrodestra carrarese, mai scelte furono più azzeccate. Al contrario, le valutazioni che avevamo fatto erano corrette: se avessimo avuto ancora i voti di tre candidati che sono volati verso nidi più caldi e confortevoli, il gruppo repubblicano oggi sarebbe composto da quattro consiglieri e non da uno. Per non parlare di quelli persi con la bufala dei distinti e distanti. Ma devo essere sincero: non pensavo che ci avrebbero portato via così tanti voti. La politica locale è sempre stata fortemente clientelare, ma oggi la politica non c’è più ed è rimasta solo la clientela. E qui sta il punto in base al quale sostengo che gli amici abbiano commesso un grave errore nel riconfermarmi la loro fiducia: io non sono capace di organizzare e curare gruppi di “clientes”. Sono un livornese del popolo nato e cresciuto sul mare, molto più portato alla rissa ed alla parolaccia che non alla raffinata arte della diplomazia. Quello che penso dico e generalmente lo dico senza tanti giri di parole. Comunque contenti loro….Detto questo tentiamo una modestissima e difficile analisi politica della situazione locale. Come già scritto e ripetuto, il PRI carrarese ha dato fiducia all’attuale Sindaco sulla base di un semplice ragionamento politico: la sinistra carrarese è incapace di governare. La destra carrarese ha sbagliato tutto. L’unico modo per rilanciare la Città, a nostro parere, è quello di metterla sotto la guida di un laico con provata e lunga esperienza amministrativa, capace di dialogare con tutte le parti sociali, al di la degli schieramenti. Ad oggi non abbiamo motivo di pentirci di questa scelta. Nel futuro vedremo. Certo è stato commesso un grave errore nell’estromettere i repubblicani dal governo della Città. Difficilmente questo non avrà conseguenze politiche. Ma i repubblicani, come la loro storia dimostra, sapranno sempre privilegiare gli interessi dei cittadini rispetto a quelli di parte o di partito. Se il Sindaco saprà ben operare ci avrà con lui. Se non saremo d’accordo prenderemo le posizioni politiche conseguenti. Noi non abbiamo vincoli di schieramento. Certamente non ci presteremo mai a manovre strumentali o capziose. Siano esse di destra o di sinistra. Molti amici mi chiedono di esprimere giudizi sul nascente Partito Democratico. Francamente lo faccio con fatica. A me la storia del PD non interessa. E’ la somma di ex democristiani di sinistra ed ex comunisti. Un vecchio progetto che abbiamo sempre combattuto e che costò la vita ad Aldo Moro. Non c’entra nulla con il Partito Democratico americano, non c’entra nulla con il Partito Democratico che sognavamo da giovani. E’ una mossa intelligente per cercare di frenare la caduta nel baratro verso il quale Prodi sta trascinando tutto il centrosinistra. Funzionerà? Non lo so. Ma, come ho appena detto, non mi interessa. Al contrario, lo scirocco di questi giorni sta portando con se la fastidiosa sensazione che dopo la costituzione del PD a Carrara, a qualcuno potrebbe venire l’idea di approfittare del mutato quadro politico (così dicono quelli che hanno studiato alle Frattocchie e che ci capiscono) per rimettere in discussione il risultato elettorale appena acquisito ed omogeneizzare ( come sopra) i tre principali Enti provinciali aprendo un percorso (ma come parlano!) che porti ad una tavolo di concertazione ( dove mangiava Toscanini?) fra le forze della sinistra. Fantapolitica? Speriamo. Ma se in Italia siamo stati capaci di mandare al governo Prodi ed i suoi ministri ( si fa per dire), tutto è possibile. Domani è il XX Settembre. Viva la Repubblica Romana. Come progetto politico mi pare un po’ meglio, ma voti non ne piglia. Un abbraccio fraterno a tutti gli amici.

Roberto Fantoni (Segr. U.C.C. del Pri) - Carrara 19.09.07


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Repubblica Romana Segreteria Pd

permalink | inviato da Repubblicani il 19/9/2007 alle 17:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Oltre il danno anche la beffa
post pubblicato in Comunicati, il 13 ottobre 2006
A Carrara governano gli eredi del massimalismo e del populismo comunista

Si è riunita la Segreteria del Partito Repubblicano Italiano, per un esame della situazione politica locale. Al temine è stato emesso il seguente comunicato stampa:

La vicenda GAIA è conclusa: i cittadini , nonostante le loro proteste , si devono tenere il danno, pagando molto di più, ed anche la beffa, perché se non lo fanno, l’efficientissima e privatissima GAIA che insieme alle consorelle AMIA e ATO mantiene un esercito di”politici”, taglia loro l’acqua. Naturalmente quelli che sono scesi in piazza a protestare sono tutti ricchi che non vogliono pagare le giuste tasse.

Ma quello che questi cittadini ancora forse non sanno, è che sta arrivando una nuova GAIA. Ricordiamo come fino a pochi anni fa si pagava una tassa ai Consorzi di Bonifica per la pulizia di fossi e torrenti. Dopo lunghe, giuste e motivate proteste dei cittadini, i quali facevano rilevare come questi Enti inutili non facessero e non servissero a nulla, in quanto ad ogni goccia d’acqua le strade si trasformavano in torrenti, detti Consorzi furono chiusi, con grosso rimpianto di chi , in un modo o nell’altro, riusciva a guadagnarci. Potevano, però, i nostri governanti gabellieri rinunciare ad una tassa? Ovviamente no. Sarà infatti reintrodotta attraverso le Comunità Montane che vanno a sostituire i Consorzi. Il bello di tutto questo sarà, inoltre, che coloro i quali abitano nelle ville in collina, lontano quindi dai corsi d’acqua, pagherano meno di chi vive in un normale appartamento al Peep. Il problema degli allagamenti quando piove, è dovuto ad uno scriteriato assetto del territorio che poco o nulla ci combina con fossi e torrenti. Il problema è di tipo strutturale ed urbanistico. La realtà è che il nostro sistema fognario è fatto male, sia progettualmente che operativamente. Sono stati spesi fiumi di denaro pubblico per rifare il Viale XX Settembre, ma il disagio durante gli acquazzoni non è stato minimamente risolto. Potranno le Comunità Montane garantirci che l’assetto idraulico migliorerà?. Ovviamente no. Però i cittadini si troveranno a sborsare un sacco di soldi per un servizio che non ci sarà. E guarda caso a pagare non saranno i ricchi con ville, ma coloro che abitano nei centri urbanizzati e che in genere ricchi non sono. Questa è la sinistra che governa a Carrara, erede del massimalismo e populismo comunista. La sinistra dell’Edera è decisamente un’altra, difficile da spiegare a coloro i quali considerano l’impegno politico un modo come un altro per sbarcare il lunario. Ma da qui alle elezioni della prossima primavera avremo tutto il tempo. “

Il Segretario dell'Unione Comunale Carrarese del P.R.I.
Dott. Roberto Fantoni

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. segreteria gaia ato amia peep

permalink | inviato da il 13/10/2006 alle 18:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Carrara, eletto segretario l'amico Roberto Fantoni
post pubblicato in Comunicati, il 14 luglio 2005
Nella stessa riunione si è parlato delle consultazioni elettorali 2006

Proporre seri programmi alla città

Il Consiglio Direttivo dell'Unione Comunale Carrarese del Pri, in data 11/07/05, ha eletto il cittadino Roberto Fantoni Segretario del Partito.

Nella stessa riunione, dopo lungo ed approfondito dibattito politico, è stato dato mandato allo stesso di organizzare, in vista delle prossime elezioni politiche del 2006 ed amministrative del 2007, sessioni di studio settoriali, al fine di proporre alla Città temi programmatici con proposte d'intervento. Vista la complessiva e l'enorme gravità della crisi economica locale, vengono individuate nel porto e nel marmo le priorità d'intervento. I Repubblicani ritengono, infatti, che si debbano produrre, quanto prima, progetti ad esecuzione immediata per la riconversione del cantiere navale e del porto commerciale in strutture ad alto reddito ed elevati livelli occupazionali.

Anche il settore lapideo non può rimanere l'unica fonte di reddito cittadino. La produzione di blocchi ed informi è molto bassa rispetto alla produzione del detrito ed inoltre, ha concentrato in una sola azienda, tutto il meglio della produzione locale creando, di fatto, una struttura monopolistica in grado di controllare il mercato. Si dovrà, quindi, intervenire con una radiale modifica del regime concessorio per ridistribuire la ricchezza fra i veri proprietari delle cave: i cittadini di Carrara. Ancora più grave la situazione dei detriti che producono molte centinaia di milioni l'anno di ricchezza e che lasciano sul territorio solo polvere, traffico di mezzi pesanti e gravi danni alle infrastrutture. Visti gli insopportabili livelli di povertà, l'impegno politico dei repubblicani sarà quello di garantire a tutte le famiglie carraresi, un livello di reddito che renda la loro vita decorosa, nel rispetto delle leggi e della dignità dell'individuo.

Unione Comunale Pri Carrara

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Unione Comunale Segreteria Marmo Porto

permalink | inviato da il 14/7/2005 alle 1:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sfoglia ottobre        marzo